da 
-Come uno Scialle-

di Alberto Sighele



aquilone








con la rincorsa della curva tua cos pericolosa
prendo lo slancio e slacciando per strada ancor qualcosa
dai fianchi ai seni salgo a spirale:
desiderio-aquilone

volteggio poi a lungo nel cielo dei tuoi occhi
immobile ammagliato dalle stelle, le tue pupille,
esito e sono risucchiato dai tuoi seni
torno a volare libero e leggero sulle tue labbra:
desiderio-aquilone

settembre 95


<back    next>